I GIALLI DI CASTELMORTE

Mi piace la mia provincia, l'Astigiano, una terra dove decine di paesi si accavallano sulle colline coltivate dai migliori vini che il Piemonte riesce a produrre. Proprio su una di queste colline "c'è" la mia Castelmorte d'Asti, un grosso paese dove non mancano misteri su cui indagare.

A Castelmorte la vita procede in quella che sembra essere una routine quotidiana tipica dei paesi di campagna, ma non passa anno che non avvengano efferati omicidi che scombussolano quella che si rivela essere solo un'apparente tranquillità.

Ad indagare su questi delitti ci sono due amici, un giornalista di Asti, Adalberto Golia, e una sua ex compagna di studi, Agatha Paradiso, oggi brillante segretaria dell'unica agenzia di pompe funebri del paese, la Cordoglio. Ad aiutarli nelle indagini ecco le Pie Donne del Santissimo Sacramento, le perpetue della chiesa di San Sebastiano (nell'Astigiano molto diffuso), attempate ficcanaso pronte a sfoderare ogni genere di pettegolezzo per fare luce sul caso.

Se vuoi saperne di più, puoi anche consultare questo sito.

 

Se avete installato sul vostro smartphone l'applicazione gratuita Telegram (disponibile per iOS, Android e Windows Phone) potete iscrivervi al canale:

https://telegram.me/Castelmorte

Riceverete tutti gli aggiornamenti sui libri, le presentazioni, gli eventi, le promozione e molto altro ancora.


RICORDI DI UN DELITTO - CIESSE EDIZIONI 2016


Ancora una volta è una delle perpetue di Castelmorte a imbattersi per prima in un omicidio. Il rinvenimento avviene durante una visita alla casa di riposo “Eden”: l’amica, ospite della struttura, è stata assassinata nel suo letto e a pochi passi da lei giace il cadavere di uno sconosciuto. Ad aggiungere mistero, la stanza è chiusa a chiave dall’interno. Il caso viene affidato al commissario Mastrogiacomo che stenta a identificare il secondo morto, mentre si scopre che l’anziana vittima ha dovuto affrontare, molti anni prima, la morte di entrambi i figli in due distinti incidenti. Il duplice delitto stimola la curiosità del giornalista Adalberto Golia e di Agatha Paradiso, segretaria dell’agenzia di onoranze funebri Cordoglio. Ma, quando un terzo delitto viene perpetrato e un tentato avvelenamento rischia di mietere la quarta vittima dell’Eden, i due imboccano la pista giusta per fare luce sull’indagine, che è anche un’occasione per rinnovare un’amicizia offuscata dal fidanzamento di lei con il suo titolare, preoccupato dall’apertura della concorrenza.


NERI FIORI D'ARANCIO - CIESSE EDIZIONI 2015

A Castelmorte, cittadina dell’Astigiano, cresce la curiosità per il matrimonio più atteso dell’anno: Elisa Barberis, figlia dei facoltosi farmacisti, sta per sposare il tassista Matteo Cancelliere. Tra un pettegolezzo e l’altro delle Pie Donne del Santissimo Sacramento, le attempate perpetue della chiesa di San Sebastiano, arriva il giorno della cerimonia alla quale lo sposo non si presenta. Nessuno sa che fine abbia fatto e solo il giorno successivo proprio una delle perpetue scopre il suo cadavere, nascosto nell’ossario del cimitero. Il caso viene affidato al commissario Mastrogiacomo, ma attira la curiosità del giovane cronista Adalberto Golia e di Agatha Paradiso, efficiente segretaria dell’agenzia di onoranze funebri Cordoglio. La morte di Cancelliere si rivela essere un efferato delitto e, mentre l’insolita coppia di investigatori tenta di trovare una spiegazione al mistero, un secondo omicidio non fa che confermare il sospetto che un assassino abbia voluto dire la sua sul matrimonio. Solo dopo un terzo improvviso decesso e grazie ai pettegolezzi raccolti in paese dalle perpetue, Adalberto e Agatha capiscono che i “fiori d’arancio”, qualche volta, nascondono segreti inconfessabili per i quali qualcuno è disposto a uccidere.


I DELITTI DI CASTELMORTE - YOUCANPRINT.IT 2014

A Castelmorte d'Asti, sulle verdeggianti colline del Monferrato, si progettano i festeggiamenti del millesimo anniversario del borgo antico. L'evento, atteso da tutti i residenti del borgo, viene però funestato da una serie di omicidi: l'anziana maestra della cittadina, Angelica Oltrepò, ormai in pensione, viene trovata senza vita e poco dopo anche il parroco della chiesa di San Sebastiano viene brutalmente ucciso in sagrestia. Sui delitti indagano un cronista del Reporter Astigiano, Adalberto Golia, e una sua amica, appassionata di gialli e impiegata nell'unica agenzia funebre di Castelmorte, Agatha Paradiso. A collaborare alle indagini anche le perpetue del sacerdote ucciso, le Pie Donne del Santissimo Sacramento, sempre attente a ciò si racconta in paese. Ma i delitti non sono ancora finiti.